Torta di carciofi con pasta sfoglia leggera

3 febbraio 2011 | commenti: 3

Torta di carciofi con pasta sfoglia leggera | lofaccioincasa.it


Il carciofo è un preziosissimo fiore, uno scrigno di sali minerali e vitamine, utili alla nostra salute. Un ottimo depuratore del sangue, un tonico epatico e un diuretico. Inoltre ha un sapore delicato capace di deliziare tutti i palati. Vi consiglio di cucinarli così:

Ingredienti

Per la farcitura:

  • 8-10 carciofi
  • 1 limone
  • 2-3 cucchiai di parmigiano grattugiato
  • 1 bocconcino oppure una mozzarella piccola ben strizzata
  • 1 uovo
  • 1 spicchio di aglio
  • olio extravergine di oliva
  • ½ bicchiere vino bianco
  • prezzemolo

Per la pasta sfoglia SENZA BURRO:

  • 250 g di farina
  • 4 cucchiai di olio evo
  • sale q.b.
  • acqua

Procedimento

Per preparare la pasta sfoglia SENZA BURRO:

Istruzioni per la pasta sfoglia | lofaccioincasa.it

  1. Unire gli ingredienti relativi alla sfoglia e fare un impasto abbastanza morbido, omogeneo e liscio
  2. coprirlo con un tovagliolo
  3. dopo 10 minuti stenderlo con il mattarello fino ad ottenere un rettangolo di circa cm 20 x 10;
  4. piegare il rettangolo come in Fig.1
  5. ottenendo un altro rettangolo come in Fig.3
  6. lasciare riposare il panetto per altri 10 minuti
  7. far ruotare il panetto e con il matterello ristendere il tutto come in Fig. 4, 5 e 6
  8. ripetere l’operazione per 3-4 volte
  9. Adesso la pasta sfoglia è pronta. Sempre con il mattarello ricavare due dischi, uno più grande, l’atro più piccolo
    • il primo servirà da base della torta e dovrà foderare anche la parte laterale della teglia antiaderente (di diametro 26 cm)
    • il secondo, più piccolo, servirà per la copertura

Per preparare la farcitura:

  1. Pulite i carciofi togliendo tutte le foglie dure esterne (brattee) e la barba interna.
  2. Fateli a pezzi e immergeteli in acqua fredda e succo di limone. Servirà a non farli ossidare e a mantenere il colore verde vivo.
  3. Lasciateli anche per un’ora.
  4. Prendete una padella larga, mettete un po’ d’olio e i carciofi a pezzi.
  5. Lasciate cuocere i carciofi per qualche minuto (non arriveranno a friggere poiché l’acqua nei carciofi non farà raggiungere all’olio un’alta temperatura).
  6. Irrorare con un pò di vino bianco.
  7. Aggiungere il prezzemolo, il sale, un po’ d’acqua e uno spicchio di aglio intero (lo toglieremo a fine cottura).
  8. Coprire la padella con un coperchio e lasciare cuocere.
  9. A metà cottura spegnare il fuoco.
  10. Se ci dovesse essere ancora troppo liquido, toglierli e fare addensare il sughetto che una volta ristretto bene si riunisce al composto.
  11. Adesso i carciofi sono pronti.

Per completare la torta:

  1. A fuoco spento, unire un uovo sbattuto che farà da legante, insieme a 2 cucchiai di parmigiano grattugiato.
  2. Si versa il tutto nella teglia che avevamo foderato con la pasta sfoglia.
  3. Si aggiungono pezzetti di bocconcino ben strizzato.
  4. Se il composto vi sembra liquido, aggiungete un po’ di parmiggiano grattugiato.
  5. Si copre infine con il disco di pasta sfoglia più piccolo e lo si bucherella con una forchetta. Questo al fine di far uscire l’eventuale liquido e il vapore acqueo che si formerà in cottura.
  6. Mettere in forno a 180° per 45 minuti circa.
  7. Buon appetito!

Suggerimenti

Questa ricetta può essere eseguita usando la pasta sfoglia industriale. Però è bene sapere che gli ingredienti che la compongono sono di scarsissima qualità. [ndr: tra questi l’olio di palma, l’olio di colza o le margarine!]

Si può anche usare la pasta per la pizza ma dobbiamo ricordarci di fare i dischi piuttosto sottili perché lieviteranno in forno.

La spiegazione è lunga ma è meno complicata di quanto sembri: NON SCORAGGIATEVI e provate!


Letto 8.314 volte, di cui 1 oggi

3 commenti

  • alexis scrive:

    Grazie dei consigli :)

  • alexis scrive:

    ricetta stupenda :) ma se volessi cuocere la sfoglia senza condirla fare tipo dei grissini salati quanto dovrei cuocerli in forno?

    • Iacopo scrive:

      Ciao, molto spesso il tempo di cottura in forno dipende dal forno che hai, dallo spessore dell’impasto e da altre variabili.
      Il mio consiglio è di impostare una temperatura non eccessiva, perché credo l’impasto per i grissini sia sottile, diciamo sui 200°C e poi monitorare ogni 5 minuti se si siano dorati.
      Aggiungerei di non aprire il forno durante la cottura. Naturalmente segnati quanti minuti in totale sono stati in forno.
      Magari aggiungi un velo di olio extra vergine d’oliva e un po’ di origano.

      A presto

Rispondi a Iacopo Annulla risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>