Sagrantino di Montefalco, un DOCG dall’Umbria

27 febbraio 2011 | commenti: 0

Sagrantino di Montefalco | lofaccioincasa.it


Ciao a tutti, oggi vi voglio parlare di questo vino,  prodotto nei territori di Montefalco, Bevagna, Castel Ritaldi, Giano dell’Umbria e Gualdo Cattaneo, tutte in provincia di Perugia.
Ottenuto da uva omonima a bacca rossa non aromatica, introdotta da un frate francescano, probabilmente proveniente dal Portogallo, il cui nettare venne adottato per i riti di culto e perciò definita sacro e la cui fama crebbe nel Rinascimento quando il vino veniva inviato in dono a pontefici e sovrani, tanto che, così come risulta dagli archivi comunali, già nel 1540 la produzione venne tutelata e regolamentata.

È un vino nato come “passito“, così  chiamato perchè  i grappoli, dopo la vendemmia, vengono fatti appassire  su graticci di legno,  fino agli anni ’70 quando  alcuni produttori iniziarono a credere nelle potenzialità di una versione secca, più rispondente al gusto moderno.
Il vino secco è infatti un’abitudine relativamente recente.

La consacrazione nell’empireo dei grandi vini il Sagrantino lo ha solo negli anni ’90, quando ottiene la DOCG, con il valore aggiunto di un fascino speciale derivante da una terra bellissima intrisa di misticismo.

All’esame organolettico si presenta di un colore rosso rubino fitto e concentrato, al naso arrivano sentori di rosa rossa appassita, confettura di amarena e prugna, speziatura di pepe nero, tabacco, a volte lieve vaniglia se passato in barrique, al gusto è caldo in maniera persistente con note tanniche gradevoli a volte un po’ ruvide.
Si abbina naturalmente al pecorino stagionato di queste zone, ed a piatti di carne rossa al tartufo nero di Norcia.

Se volete fare un giro al  finire dell’estate, intorno al 20 settembre, si celebra a Montefalco il Sagrantino Wine Festival, durante il quale si tirano le somme riassaggiando le ultime annate in commercio, con possibilità fare un paragone tra produttori innovativi  e tradizionalisti, che mostrano il vino nella versione  secca e  passita.

Grazie a tutti.
Sabrina


Letto 207 volte, di cui 1 oggi

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>