Proteine: i legumi

23 maggio 2011 | commenti: 0

Proteine: i legumi | lofaccioincasa.it

I legumi sono alimenti preziosi che, in Italia, sono stati erroneamente sostituiti dalla carne negli ultimi 50 anni. Sono presenti in tutti i Continenti e le varietà sono centinaia. I semi contenuti nei baccelli delle leguminose hanno dei potenziali nutrizionali enormi. Sono infatti ricchissimi di proteine, amidi, ferro, calcio, sodio e potassio. Conservati allo stato secco risultano alimenti riserva, adatti all’alimentazione invernale con calde minestre ma, se conditi all’insalata, possono piacevolmente occupare un posto di primordine anche in estate. Grazie al loro alto valore nutritivo per secoli sono stati la base alimentare di intere generazioni: erano la carne dei poveri!

Oggi è sconsigliato un consumo eccessivo di legumi poiché la nostra tavola è già ricca di altri alimenti proteici e perché la vita sedentaria necessita di un apporto energetico decisamente inferiore rispetto la vita “rurale” di un tempo. Vanno pertanto consumati in mezze porzioni accompagnati possibilmente da verdure ma soprattutto da cereali. In questo modo, oltre a rispettare l’equilibrio calorico, apporteremo al nostro organismo anche quell’aminoacido che purtroppo è assente nei legumi: la lisina, che è invece ben presente nei cereali!

Ben vengano pasta e ceci, riso e lenticchie, pasta e fave, cicoria e fagioli! Avremo piatti completi che, dal punto di vista nutrizionale, non avranno nulla da invidiare alla decantata bistecca! Inoltre sono alimenti vegetali che non fanno subire il trauma della macellazione a nessun animale e sono economici alla portata di tutte le tasche. Ne descriverò alcuni:

Proteine: i legumi (i fagioli) | lofaccioincasa.itI fagioli

Saporiti, nutrienti, secchi o freschi si possono cucinare con l’aggiunta di rosmarino, alloro o prezzemolo che li rendono più digeribili. Vanno mangiati con la buccia perché è proprio qui che sono presenti gli enzimi necessari per la loro digestione. Evitiamo quindi di “passarli” con il passaverdure.

Proteine: i legumi (i ceci) | lofaccioincasa.itI ceci

Si prestano a molte gustose preparazioni, dalle minestre alle insalate ai dolci! Hanno fama di essere i più sani e i più digeribili tra i legumi.

Proteine: i legumi (i piselli) | lofaccioincasa.itI piselli

Quando sono freschi, sono molto digeribili. Fuori stagione si possono utilizzare quelli surgelati (da evitare i legumi in scatola!). Contengono una buona percentuale di zuccheri.

Proteine: i legumi (le lenticchie) | lofaccioincasa.itLe lenticchie

Sono le leguminose dal sapore più delicato e gradevole. Hanno un buon contenuto di ferro e non hanno bisogno dell’ammollo. Hanno la capacità di ridurre la concentrazione digestiva di grassi ed hanno effetti positivi sull’equilibrio nervoso.

Proteine: i legumi (la soja) | lofaccioincasa.itLa soia

È l’alimento del futuro, diffusissimo in Asia, è sempre più presente in Occidente. È straordinariamente nutriente, è duttile in cucina ed è facile da coltivare per la sua adattabilità a qualsiasi tipo di terreno. È ricca di tutti gli aminoacidi essenziali, ovvero quelli che il nostro organismo non può sintetizzare e che occorre fornire dall’esterno. Contiene benefici acidi grassi insaturi in percentuale superiore a quella degli altri legumi. E considerata un potente anticancerogeno ricca di benefici fitoestrogeni! Attenzione però che sia biologica e non OGM.

Proteine: i legumi (gli azuki) | lofaccioincasa.itLa soia verde (o azuki)

È adatta per fare i germogli in casa, vediamo come:

  1. In un barattolo largo di vetro o di plastica, con chiusura, mettete un cucchiaino di fagioli di soia (o semi di soia che dir si voglia!). Non mettetene di più, un solo cucchiaino per adesso può bastare
  2. Ricoprirli di acqua, chiudere con il coperchio e lasciarli al buio.
  3. Dopo 24 ore scolare l’acqua in eccesso.
  4. Si dovranno lasciare bagnati, con il coperchio chiuso e al buio, finchè non spunteranno i primi germogli.
  5. È importante che i semi di soia siano sempre nell’umidità altrimenti non potranno germogliare.
  6. Quando compariranno i minuscoli germogli, sarà proprio il momento migliore per gustarli, perché i nutrienti sono più concentrati.
  7. Si possono condire all’insalata o metterli nelle minestre.

Letto 473 volte, di cui 1 oggi

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>