Oleolito di limone per unghie, pelle e cellulite

17 novembre 2011 | commenti: 5

Oleolito di limone - ingredienti | lofaccioincasa.it

Inauguriamo oggi una nuova rubrica curata dalla nostra amica Maria: la cosmesi naturale e fatta in casa!
Iniziamo con l’oleolito di limone: un concentrato molto utile per unghie, pelle e contro la cellulite.
Ma lascio subito la parola a Maria!

Ingredienti

  • 6 limoni biologici non trattati, soltanto la buccia gialla
  • olio evo (meglio se spremuto a freddo, ma non è indispensabile)
  • olio di mandorle dolci, quello a marca “I Provenzali” è puro al 100%
  • tocoferolo (vit. E), serve per farlo durare di più ma anche questo non è indispensabile, l’oleolito durerà ugualmente a lungo (circa un anno)

Serve inoltre:

  • un barattolino di vetro che laverete ed asciugherte accuratamente
  • rotolo di alluminio
  • una bottiglia di verto scuro

Oleolito di limone - olio essenziale di limone | lofaccioincasa.it

Procedimento

  1. Tagliare con cura solo la buccia gialla di circa 6 limoni e lasciarla a seccare su un tovagliolo. Lo scopo è quello di asciugarla il più possibile
  2. Dopo due o tre giorni, mettere le bucce in un barattolino di vetro pulitissimo e asciugato molto bene
  3. Coprire completamente le bucce con un’adeguata quantità di oli (50% olio evo e 50% olio di mandorle dolci)
  4. Unire alcune gocce di tocoferolo (vit. E), opzionale
  5. Chiudere il barattolo e foderarlo con un foglio di alluminio
  6. Metterlo in una dispensa per 30/40 giorni affinché stia al fresco e al buio
  7. Bisogna agitarlo una volta al dì
  8. Passato il tempo, prendiamolo per travasarlo in un altro barattolo ugualmente pulito e asciutto
  9. Primo filtraggio: usiamo un imbuto con sopra un colino, per filtrare le bucce
  10. Queste bucce, bisogna poi schiacciarle ben bene con un cucchiaino per recuperare tutto l’olio residuo, perché quello rimasto nelle bucce è il più ricco!
  11. Chiudere il brattolo e farlo stare ancora un giorno a riposo sempre al fresco e al buio
  12. Quindi si procede ad un secondo filtraggio stavolta con un panno pulitissimo sopra il solito imbuto
  13. Appena sceso l’olio, il panno tratterrà le ultime particelle di bucce. Può accadere che ci si trovi anche qualche bollicina d’acqua, residuo della non perfetta asciugatura iniziale delle bucce, smettere di premere sul panno per non far scendere anche l’acqua
  14. Per l’ultimo filtraggio sarebbe bene usare una bottiglietta di vetro scuro, altrimenti il solito barattolo coperto dalla carta d’alluminio va bene lo stesso
  15. Da conservare sempre in luogo fresco e asciutto, potrete utilizzarlo per almeno un anno

E questo è il nostro oleolito di limone, fatto in casa!

Oleolito di limone | lofaccioincasa.it

Per cosa si usa

  • Si usa come rinforzante e sbiancante delle unghie, prima delle manicure e anche la sera con un pennellino da smalto
  • È anticellulite e tonificante, ci si può massaggiare la pelle bagnata del corpo e se si unisce a del sale, si può usare come scrub
  • Aggiungendo qualche goccia di oleolito al limone alla solita crema, si ottiene un effetto schiarente e tonificante per le pelli miste e grasse
  • Si può utilizzare per realizzare un tonico: basta aggiungerne poche gocce nell’acqua
  • Essendo un olio profumatissimo si può usare per un sacco di cose, perché fa da base per creme e cosmetici naturali…

Letto 6.693 volte, di cui 2 oggi

5 commenti

  • Tteresa scrive:

    Maria grazie per avermi risposto,
    io avevo del sapone di aleppo e per comodità l’ho fatto diventare liquido,dal momento che non ha un buonissimo profumo e , a me piace molto il limone…. volevo prendere due piccioni con una fava…
    Sicuramente lo proverò come dopo doccia
    Ho visto delle ricette che mi piacciono …poi ti farò sapere,ancora grazie.
    Teresa

  • Teresa scrive:

    Ciao Maria ,ho scoperto con piacere quest blog.
    Vorrei chiederti :questo olio posso usarlo per profumare un sapone passato da solido a liquido?
    E per cos’altro posso usarlo ‘Io lo sto facendo soprattutto come rinforzante per le unghie che mi si tagliano longitudinalmente e quelle che non si tagliano si sfaldano.
    Grazie mille
    Teresa

    • maria scrive:

      Ciao Teresa,
      fai benissimo ad usarlo per le unghie, ci puoi aggiungere anche l’olio essenziale di limone per potenziarne le proprietà, che sono tantissime.
      È un olio meraviglioso e serve veramente per qualsiasi cosa.
      Come anticellulite, addizionato all’olio essenziale di rosmarino e a quello di cipresso.
      Si può usare per i capelli come base per impacchi. Ci puoi fare un tonico per il viso perché ha proprietà schiarenti e contiene tocoferolo (vit. E), prezioso per la nostra pelle e, per lo stesso motivo, puoi formulare una crema viso-corpo-mani.
      Se vuoi, usalo dopo la doccia per massaggiare il corpo ancora bagnato.
      Profumaci il tuo sapone. Solo un’accorgimento.
      Se fai il sapone solido con metodo a freddo e vuoi inserirlo nella fase del nastro affinché sia attivo sulla pelle, devi trattare gli oli contenuti nell’oleolito, come quelli di base, quindi contando il loro coefficente di saponificazione e sottraendolo.
      Spero di essere stata chiara.
      Un saluto
      Maria

  • maria cipolla scrive:

    Al cinquanta per cento. Metà olio evo + metà olio di mandorle dolci, coprendo tutte le bucce.
    Grazie per l’attenzione e…facciamoci del bene.
    Maria

  • yuliya scrive:

    ciao, è veramente molto interessante questo articolo, e vorrei provare a fare anche io un oleolito per la pelle. mi sapresti solo dire in quali proporzioni devo aggiungere l’olio?

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>