Sapone al latte di capra

11 settembre 2012 | commenti: 12

Sapone naturale fatto in casa al latte di capra | lofaccioincasa.it

Cercate alternative ai saponi industriali?
Non ne potete più dei derivati del petrolio e dei petrolati nei cosmetici?
Siete convinti che i peg della cosmesi facciano male?
Allora provate a realizzare voi stessi un sapone fatto in casa, risparmio e benessere garantiti!
Oggi Maria vi propone il sapone fatto in casa al latte di capra!

La ricetta di questo sapone al latte prevede il procedimento a freddo.
Prima di procedere con questa ricetta ti consiglio di leggere questo articolo introduttivo alle tecniche base dello spignatto.

Ingredienti

  • Ingredienti per realizare in casa il sapone naturale al latte di capra | lofaccioincasa.it180 g di olio di palma
  • 220 g di olio di riso
  • 100 g di olio di mandorla
  • 500 g di olio di oliva
  • 130 g di soda caustica (sconto del 5% <- vedi note)
  • 300 g di latte di capra congelato

Al nastro

  • 2 cucchiai di amido di riso
  • 5 ml di olio essenziale di vaniglia
  • 5 ml di fragranza borotalco

Procedimento

Nota: la sera prima di fare il sapone, pesare il latte di capra e metterlo nel congelatore

La mattina, preparare il piano di lavoro con:

  • gli ingredienti elencati sopra
  • due pentole di acciaio inox una più grande e l’altra più piccola
  • un cucchiaio di acciaio inox o di legno
  • un minipimer
  • un termometro elettronico da cucina
  • una bilancia elettronica di precisione
  • bicchieri di plastica per pesare le varie materie prime
  • guanti di gomma
  • mascherina
  • occhialini
  • formine a piacere (meglio se di silicone perché poi è più facile togliere il sapone)
  • carta da forno
  • coperta vecchia oppure asciugamani

Possiamo procedere…

  1. Come realizare in casa il sapone naturale al latte di capra | lofaccioincasa.itPrendere il latte congelato e metterlo nella pentola più piccola cercando di spezzettarlo per quanto possibile
  2. Pesare la soda e spargerla sui pezzi di latte congelato mescolando di tanto in tanto finché non si siano sciolti latte e soda
  3. Pesare gli oli e versarli nella pentola pià grande
  4. Accendere il fuoco e scaldare la pentola con gli olii finché gli ingredienti non si siano sciolti e amalgamati (attenzione però a non farla bollire)
  5. Ora attendere che le temperature dei composti nelle due pentole arrivino a 45°C
  6. A questa temperatura, versare latte e soda negli oli e mescolare con il cucchiaio
  7. Frullare con il minipimer fino ad arrivare al nastro (se mettete un dito sulla superficie del composto ottenuto e fate un segno, questo deve rimanere)
  8. Al nastro versare l’amido di riso, l’olio essenziale e la fragranza, sempre mescolando con il cucchiaio
  9. Versare nelle fomine, pareggiare con il cucchiaio, coprire con un foglio di carta da forno
  10. Coprire ancora con una vecchia coperta o con degli asciugamani
  11. Lasciare a riposo per 48 ore, affinché la soda prosegua il suo lavoro di saponificazione
  12. Trascorso questo tempo, togliere il sapone dalle formine
  13. Sistemare i saponi in un posto asciutto e aperto per far riposare altre 8 settimane…
  14. …e il sapone sarà pronto

Note

Formine in silicone per realizare in casa il sapone naturale al latte di capra | lofaccioincasa.itPer sapere quanta soda necessita il composto degli oli scelti, bisogna conoscere l’indice di saponificazione di ogni olio usato (IS). Questo, è un numero decimale che, moltiplicato per il peso del singolo olio, ne determina la quantità di soda necessaria. Questi numeri così ottenuti, si addizionano tra loro e la somma sarà la quantità di soda necessaria per fare il sapone con tali grassi.

Lo sconto della soda si ottiene moltiplicando la somma precedente con il numero decimale che determina la percentuale di sconto decisa.
Ad esempio, se decidiamo uno sconto del 5%, il numero decimale sarà 0,95; con il 6% sarà 0,94; con il 10% sarà 0,90… e così via.

Ma a cosa serve lo sconto della soda?

Usare meno soda fa sì che gli ingredienti facoltativi aggiunti al momento del nastro, rimangano nel sapone mantenendo le loro proprietà intatte, essendo la soda, ormai completamente sfruttata dai grassi, meno attiva. I benefici di questo passaggio saranno utili per la nostra pelle al momento di usare il sapone.

Costi

(Prezzi in euro arrotondati in eccesso)

  • 180 g di olio di palma = 0,50
  • 220 g di olio di riso = 1,50
  • 100 g di olio di mandorla = 6
  • 500 g di olio di oliva = 2
  • 130 g di soda caustica (sconto del 5% <- vedi note) = 0,25
  • 300 g di latte di capra congelato = 0,90
  • 2 cucchiai di amido di riso = 0,75
  • 5 ml di olio essenziale di vaniglia = 6,5
  • 5 ml di fragranza borotalco = 2

Costo totale = 20,40 euro. Costo di una saponetta da 1,5 a 2 euro.

Letto 7.175 volte, di cui 1 oggi

12 commenti

  • La Ciaparat scrive:

    Ciao, volevo sapere se il latte di pecora devo usarlo a crudo o farlo bollire prima di congelarlo. Grazie!!!

    • Iacopo scrive:

      Ciao,
      l’autrice ha detto che non serve congelare il latte, in quanto poi la soda caustica sistema tutto.

      Grazie della visita

  • Eva scrive:

    Salve,
    potreste dirmi quanta liscivia di cenere dovrei mettere al posto della soda?
    Grazie mille

  • francesca scrive:

    Grazie per la risposta mi metto subito all’opera!

  • francesca scrive:

    Ciao complimenti per il sito e per questa ricetta! Volevo fare due domande il latte si può sostituire all’acqua distillata di qualsiasi ricetta senza cambiare la dose di soda ne di nient’altro? E perché il latte si mette sempre congelato? Grazie

    • Iacopo scrive:

      Ciao Francesca,
      grazie per i complimenti, lieti di esserti utili!

      Ecco la risposta dell’autrice:

      Sì, sì può sostituire con acqua distillata, con infusi vari come quello di camomilla o lavanda, o altro, ma la dose del liquido deve essere sempre la stessa su un kg di oli e ugualmente quella della soda.
      Il latte si deve mettere congelato altrimenti gli zuccheri in esso contenuti alzerebbero troppo la temperatura insieme alla soda.
      Grazie dell’interesse.
      Maria

  • name*eli scrive:

    ciao, volevo chiederti nel caso volessi fare il doppio del sapone basta duplicare le dosi oppure devo tener conto di altro?

    grazie mille

    • Iacopo scrive:

      Ciao, ho inoltrato la tua domanda all’autrice, appena arriva la risposta, te la pubblico immediatamente.
      Di solito già in giornata risponde…

      A presto e grazie per la tua visita

  • Serena scrive:

    Ciao!
    Vorrei farlo con il latte di mandorle, è possibile sostituirlo al latte di capra? E va messo sempre 300 g?

    • Iacopo scrive:

      Ciao Serena, ti scrivo da parte dell’autrice.
      “Sì! Puoi sostituire con latte di mandorle oppure con un qualsiasi altro latte ti piaccia, ma devi mantenere le dosi, quindi 300 g… e, il latte, deve essere sempre congelato.
      Ciao, grazie”

      Se hai altre domande fai pure
      A presto

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>