Speciale macchina del pane: il pane Classico

8 aprile 2011 | commenti: 2

Speciale macchina del pane: pane classico | lofaccioincasa.it

Ricettario per la macchina del pane

Sembra facile realizzarlo, ma spesso si cade in piccoli errori che ne pregiudicano la buona riuscita: il pane classico.
Sì proprio lui, il pane di tutti i giorni, fatto in casa, buono, fragrante, appena sfornato direttamente a casa tua.
E con costi decisamente inferiori a qualsiasi pane in commercio!
Se poi vorrete utilizzare una farina biologica integrale avrete davvero un alimento completo grazie alla crusca e al germe di grano.
Il non plus ultra però è rappresentato dall’utilizzo di pasta madre al posto del lievito di birra.
Ricordate infine che questo pane dura molti giorni e se dovesse risultare raffermo, potete sempre metterlo sul vapore e coprirlo con un coperchio per qualche minuto… ha decisamente il suo perché!

La scheda

Speciale MDP: il pane Classico | lofaccioincasa.itEd ecco a voi la scheda in PDF. Contiene anche i suggerimenti per realizzare dei panini invece di una pagnotta.
Come al solito è un PDF ad alta qualità di stampa per realizzare il vostro personalissimo ricettario per la Macchina del Pane.
Scheda pane Classico

Letto 2.481 volte, di cui 1 oggi

2 commenti

  • macchina del pane ha detto:

    qualcuno ha provato questa ricetta? Sto cercando una ricetta decente da un pò ma non sono stata molto fortunata. Grazie, Sara

    • Iacopo ha detto:

      Ciao Sara,
      vai pure!
      Io stesso uso questa ricetta almeno 3 giorni a settimana ormai da cinque o sei anni… sai da me sono tutti ghiotti di pane, specialmente i piccolini.
      Prova a farla e vedrai che otterrai dell’ottimo pane, ma se cuoci con la MDP devi tenere conto che la qualità della cottura varia da modello a modello, infatti io preferisco cuocere in forno perché la mia MDP non è eccezionale.
      Prova anche a mettere delle spezie tra gli ingredienti e ad usare farina integrale, potrai sperimentare diversi sapori.
      Fammi sapere com’è venuto!
      Saluti, Iacopo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Accetto